Tête-à-tête in cucina

Emilie Fouilloux

Sono una parigina Doc, trapiantata da anni a Milano – città che amo profondamente e che mi sta dando molto.

Sono arrivata qui come ballerina della Scala, dopo l’esordio all’Opera di Parigi e l’esperienza al Miami City Ballet. Ho sempre amato la musica e amo esplorarne tutte le declinazioni: per questo ho deciso di unirla ad un’altra mia passione, la moda. Mi definiscono una fashion Dj perché suono spesso per eventi e party del jet-set, ma la mia creatività non accetta limiti: per questo ho lanciato il mio e-commerce MademParis, dove presento edizioni limitate di oggetti di design, abbigliamento ed accessori ideati in collaborazione con talenti e brand da tutto il mondo. Parigi la porto sempre nel cuore, e metto un po di “allure” Parisienne in tutte le mie idee e in tutte le mie giornate.

 

Cos’è per te l’avanguardia?
L’avanguardia per me e’ la lotta e la determinazione per arrivare a cambiamenti che rendono la nostra vita migliore, riuscire ad immaginarsi un mondo diverso e crederci. Partendo da macro tematiche come l’aborto, la tecnologia o il razzismo, ma anche nelle piccole cose in cui crediamo, che pensiamo possano farci stare meglio. Credo sia fondamentale avere uno spirito all’avanguardia per poter fare grandi cose.

Cos’è per te l’audacia?
Forse uno dei tratti principali del mio carattere – credere in se stessi e non curarsi degli ostacoli che ci circondano. Mi è capitato spesso nella vita di avere momenti in cui tutti mi dicevano cosa fare e soprattutto cosa NON fare: dal cambiamento tra una compagnia di ballo e un’altra, ai trasferimenti in altri paesi, o al cambiamento netto di carriera. Non ho mai ascoltato nessuno e sono andata avanti per la mia strada, certo molte volte è stato molto faticoso, ma ne è sempre valsa la pena. Bisogna andare avanti a testa bassa e focalizzarsi sui propri obiettivi.

Cos’è per te l’eccellenza?
Per me l’eccellenza è l’obiettivo finale da raggiungere in tutto, puntare in alto permette sempre di fare grandi cose. Anche se non si arriva all’obiettivo almeno si avrà fatto un percorso costruttivo e stimolante. Bisogna mettere tanto impegno in ogni cosa,  starci dietro, pensarci, lavorarci. Poi arriva l’eccellenza. Ed il bello è che è soggettiva.

 

RIMANI AGGIORNATO

Segui @ds_italia

PROTAGONISTI

@daniel_canzian

Chef // Ristorante Daniel